Il succo: la nostra “soluzione fisiologica”

gerson

6 Luglio 2016

Il succo: la nostra “soluzione fisiologica” |

Sapete qual è una delle procedure più frequentemente usate al pronto soccorso? Inserire un’ago-cannula in una vena per poi somministrare della soluzione fisiologica, ovvero sodio cloruro 0,9%!

Sinceramente penso che questa, in generale, sia una delle migliori procedure che si possa usare in pronto soccorso. Siamo fatti del 70% e più di acqua, i liquidi sono la prevalenza di ciò che siamo ed il ricambio dei liquidi che stanno dentro di noi credo sia fondamentale nel mantenimento di un ottimo stato di salute.

Ma nella Terapia Gerson si usa una “soluzione fisiologica” tutta nostra, in cui si sostituisce il sodio cloruro 0,9% con i nostri tanto amati succhi!

Questo credo sia il miglior liquido fisiologico si possa bere.

Stiamo parlando della migliore “acqua biologica” che si possa trovare in natura, un liquido pieno di minerali e vitamine, un toccasana per dissetare il nostro stato di salute.

Essendo un appassionato di acquariologia marina, ho avuto modo di osservare che il benessere dei pesci e dei coralli che possiedo nel mio acquario dipendeva dalla qualità dell’acqua che usavo e dal sistema di filtraggio. Inoltre ho osservato che  neppure comprando il miglior cibo possibile per pesci riuscivo ad ottenere un ottimale stato di salute all’interno dell’acquario, anzi alla fine sono arrivato ad un’evidenza: con acqua scadente e mangiare per  pesci di ottima qualità tutto andava sempre peggio, mentre con l’acqua di qualità e magari un cibo non proprio eccellente tutto comunque riusciva ad andare bene. Figuriamoci quindi se entrambe queste due variabili sono al top!

Ciò mi ha portato a dedurre quanto fosse fondamentale la qualità dei liquidi che si trovano nel nostro organismo.

In terapia Gerson nello specifico vengono usati tre tipi di succhi:

  • succo di carota;
  • succo carota-mela;
  • succo verde.

In realtà ci sarebbe anche un succo di arancia o pompelmo, come primo succo della giornata.

Ma torniamo ai tre succhi principali e cerchiamo di analizzare alcune caratteristiche dei loro costituenti.

La carota è una radice che assorbe molti nutrienti dalla terra e contiene anche una buona quantità di proteine. La carota inoltre contiene un pesticida naturale, il FALCARINOLO, che diventa meno presente, in termini di concentrazione, qualora vengono usati pesticidi chimici. Perché accade ciò? Il motivo è semplice, la carota avendo un aiuto esterno, attraverso il pesticida chimico, per proteggersi dai vari patogeni del terreno, non avrà più bisogno di produrre grandi quantità di falcarinolo! Quest’ultima sostanza è un ottimo fungicida naturale…non di rado chi assume buone quantità di succo di carota spesso risolve problemi tipo l’onicomicosi (funghi alle unghie) e faccio questo esempio per ricordare ciò che ultimamente mi ha riferito una mia paziente, ma ovviamente tutte le micosi in generale, comprese le candidosi possono essere meglio trattate se si usa il succo di carota.

La mela invece, soprattutto quella più aspra al palato, contiene una gran quantità di PECTINA, importante per la disintossicazione da metalli pesanti e l’ACIDO MALICO, importante per aiutare l’assorbimento e la biodisponibilità dei principi contenuti nella carota. Quando disponibili, le mele granny smith risultano essere la migliore!

Infine, per quanto riguarda il succo verde, tra le varie proprietà si ha un effetto oppioide derivato da una sostanza mucillaginosa, quella che si vede uscire da una foglia di lattuga quando viene tagliata. Ho sentito dire una volte che alcune persone aggregano questa sostanza mucillaginosa nella vasca da bagno per bagnare i bambini con coliche addominali.

Il succo verde detossifica tanto, contiene molti nutrienti che rimpiazzano le tossine dai tessuti, contiene molta vitamina K, utile nell’anemia e calcio, utile nell’osteoporosi, inoltre, il cavolo rosso, uno dei costituenti del succo verde, contiene l’amminoacido GLUTAMINA, utile nella disintossicazione.

La natura ci offre tanto, stendiamo una mano e cogliamone i suoi benefici frutti! 

firma articoli

Commenti

  • Giuseppe OrriLuglio 26, 2016

    Complimenti al caro Dott. Nicolosi per la semplicità e la chiarezza con cui ha presentato e ha giustificato l’importanza dei tre tipi di succhi che costituiscono uno dei pilastri della terapia secondo il metodo Gerson.
    La Natura è retta da Leggi semplici, la Biologia ubbidisce a regole altrettanto semplici e logiche, La Medicina dovrebbe saperle interpretare per convertirle in norme e pratiche terapeutiche.
    La Medicina non può inventare niente di nuovo, deve solo impegnarsi e avere la modestia di riuscire ad interpretare le Leggi della Natura ed assumersi la responsabilità di farle rispettare per il bene di tutti.

    Rispondi
    • Alessandro NicolosiLuglio 26, 2016

      Grazie Dott. Orri! Il suo commento arricchisce ancor più il mio sito

      Rispondi
  • Marta ScalercioLuglio 28, 2016

    Ottimi i succhi di frutta. Ho solo un dubbio per quanto riguarda le fibre. L’assunzione delle fibre sono anch’esse necessarie. Effettivamente per chi soffre di diverticolosi possono essere un problema! Vorrei sapere qualcosa in più in merito!

    Rispondi
    • Alessandro NicolosiLuglio 29, 2016

      Si, i succhi comunque non escludono l’utilizzo di frutta e verdura così per come sono. Anche chi è in terapia Gerson, oltre ai succhi, mangia frutta e verdura.
      Buona giornata

      Rispondi

Privacy Policy - Cookie Policy

© 2016 - 2019 | Tutti i diritti riservati - Numero iscrizione Ordine dei Medici: CT 13809 - P. Iva 04833320874 / C.F.: NCLLSN80R21E017K

Sito Web realizzato da: SEO Digital Marketing